×

Add the contact block here or your own custom code

×

Mocanida L'ultimo Treno Forestale A Vapore

Mocanida L'ultimo Treno Forestale A Vapore

"Legno" e "acqua" sono due parole che meglio definiscono Maramureş. La storia, le tradizioni e la vita di questa gente, sono scolpiti nel legno delle chiese e delle porte, e numerosi fiumi e torrenti sono sparsi come una ragnatela, formando famose valli: Mara, Iza, Viseu e Vaser . Tra queste, di particolare interesse per i turisti è la valle di Vaser, che attraversa i monti Maramureş nel mezzo di uno dei paesaggi più selvaggi e belli in Romania. Il fiume Vaser è lungo circa 60 chilometri, formando una spettacolare valle di canyon, dove le rocce ripide si alternano a foreste fitte, rigogliose e limpide sorgenti d'acqua minerale. Il punto di accesso alla valle di Vaser è la città di Vişeu de Sus, che è anche il punto di partenza di Mocăniţa, un treno a vapore stretto, unico mezzo di trasporto nella valle. La ferrovia percorre il fiume Vaser ed è una delle ultime tratte a vapore rimanenti ancora in uso attivo in Europa, e l'unica in Romania, utilizzata per trasportare i tronchi dalle montagne, scopo per il quale fu costruito dopo la prima guerra mondiale. Oggi, nonostante la loro vecchiaia, alle locomotive a vapore é stata data una nuova vita: quella del trasporto dei turisti. Poiché questo luogo è uno dei pochi dove si può transitare in un vagone trainato dalla forza del vapore, ogni anno l'antico Mocănţa, attrae migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo offrendogli indimenticabili viaggi ferroviari.

I viaggiatori possono andare in treno fino alla fine della valle e tornare indietro, godendo della bellezza della natura. È anche possibile fermarsi in viaggio, scendere in una delle numerose fermate, per fare una escursione in montagna. Tutto inizia alla stazione ferroviaria di Vişeu de Sus (Căile Ferate Forestiere Vişeu de Sus, o semplicemente CFF Vişeu de Sus). Poiché questa non è una stazione ferroviaria ordinaria, ma una stazione forestale, non ci sono piazzali passeggeri. Il posto sembra più come un una stazione ferroviaria di legname tagliato di recente, sentendone l'odore che si spande nell'aria. Molto presto la mattina la Mocăniţa è pronta per il viaggio di una giornata. Sia le carrozze dei turistici che quelle forestali, sono collegate alla locomotiva a vapore, vengono preparate le scorte di acqua e legna, combustibile del motore a vapore, e il meccanico avvia il motore. Dopo un pó di tempo il treno va con un lungo fischio, soffiando lungo la strada. Dopo il fiume in cascata, il treno passa prima tra le case di Vişeu de Sus. Poi, dopo circa sette chilometri, le piste cominciano ad entrare nella foresta selvaggia, passando tra le ripide scogliere della gola e penetrando le montagne attraverso i tunnel scuri. Il silenzio della natura è rotto non solo dal fiume tumultuoso in corsa e dai rumori e dai sollecitazioni del treno, ma anche di volta in volta dai fischietti della locomotiva. La Mocăniţa si arrampica lentamente alle pendici irte e spesso dà l'impressione che non possa più avanzare, che il potere del vapore non sia sufficiente. Tuttavia, riesce a proseguire il viaggio e portare i turisti in luoghi pittoreschi. Il viaggio è lungo e con diverse fermate dove salgono i locali chr vengono presi a bordo strada. Usano il treno per portare il formaggio da vendere in città e per visitare i villaggi vicini. Sono necessarie diverse fermate per rifornimento carburante, e nuovi carichi di acqua. Poi la locomotiva viene sganciata dalle carrozze e viene portata al fiume. Al suo ritorno offre ai turisti una forte fischio, solo per far loro sapere che dovrebbero essere pronti per proseguire il viaggio. Il treno può anche deragliare, ma alla velocità lenta di 10 km/h non crea pericoli. I passeggeri (esperti in materia) aiutano a riposizionare il treno sulle rotaie usando tutto ciò che possono: tagliare pezzi di legno, catene, assi o ganci. Un trattore forestale che riesce ad affluire nel torrente può dare la spinta finale in modo che il viaggio possa continuare. Quando si viaggia con la Mocăniţa in valle bisogna tenere presente che questo è come un viaggio indietro nel tempo: dopo aver lasciato la stazione di Vişeu non esiste un segnale di cellulare e qualsiasi contatto con i tempi moderni si perde; Il treno è tirato da una locomotiva a vapore antica, e pertanto si dovrebbe prestare attenzione alla fuliggine e alle scintille che potrebbero macchiare o bruciare i vestiti; Le fermate, la maestosità delle montagne e le foreste incontaminate, il fiume frenetico che compete con i rumori del treno, i taglialegna, il treno stesso con il suo conduttore, sono tutti motivi di emozioni, sensazione di avventura e incanto. In questo treno bisogna dimenticare la destinazione, il tempo che presumibilmente richiede per raggiungere la fine della linea, gli orari e le altre preoccupazioni mondane della nostra vita frenetica moderna.
EVTOUR Correlati
Ungheria Maramures e Transilvania 28 luglio - 10 Agosto 2017
Ungheria Romania Bulgari 28 luglio - 27 agosto 2017

 

Redatto da